Calcolatore tasse e netto per la Partita IVA, sia in regime forfettario che in regime ordinario!

I costi sostenuti per la propria attività possono essere detratti ai fini del calcolo del reddito imponibile, come afferma l’art. 54 del TUIR. Per maggiori dettagli sui costi deducibili, rivolgersi al proprio commercialista di fiducia.

A cosa serve il tipo di attività nel calcolo delle tasse?

La quota IRPEF che dovrai pagare sul tuo stipendio verrà applicata solo al ad una percentuale di esso. Tale percentuale è chiamata 'imponibile IRPEF'. Il tuo imponibile varia in base al tuo tipo di attività (in base al codice Ateco della stessa).

A quale categoria appartengo?

Il modo più oggettivo di valutare a quale categoria appartieni è tramite il codice ATECO. Se non conosci il codice Ateco della tua attività puoi trovarlo su portale Istat. Una volta trovato il codice Ateco della tua attività puoi usare la tabella qui sotto per sapere a quale settore appartieni e quindi selezionare il settore corretto nel menù a tendina. Ad esempio nel caso tu sia un freelance dovrai usare il settore 'Altre attività economiche'.

Settore Codici Ateco
Industrie alimentari e delle bevande (10 – 11)
Commercio all’ingrosso e al dettaglio 45 – (da 46.2 a 46.9) – (da 47.1 a 47.7) – 47.9
Commercio ambulante di prodottialimentari e bevande 47.81
Commercio ambulante di altri prodotti 47.82 – 47.89
Costruzioni e attivitàimmobiliari (41 – 42 – 43) – (68)
Intermediari del commercio 46.1
Attività dei servizi di alloggioe di ristorazione (55 – 56)
Attività professionali,scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari ed assicurativi (64 – 65 – 66) – (69 – 70 – 71 – 72 – 73– 74 – 75) – (85) – (86 – 87 – 88)
Altre attività economiche (01 – 02 – 03) –(05 – 06 –07 – 08 – 09)– (12 – 13 – 14 – 15 – 16 – 17 – 18 – 19– 20 – 21 – 22 – 23 – 24 – 25 – 26 – 27– 28 – 29 – 30 – 31 –32 – 33) – (35) –(36 – 37 – 38 – 39) – (49 – 50 – 51 – 52– 53) – (58 – 59 – 60 – 61 – 62 – 63)– (77 – 78 – 79 – 80 – 81 – 82) – (84)– (90 – 91 – 92 – 93) – (94 – 95 – 96) –(97 – 98) – (99)

I contributi previdenziali daranno diritto, una volta raggiunti i requisiti di legge, al trattamento pensionistico. L'aliquota varia a seconda del tipo di attività svolta.

Contributi INPS Gestione Separata

La gestione separata va selezionata da tutti professionisti che non appartengono ad un ordine professionale (ed esempio Sviluppatori Software, lavoratori della Gig Economy, Social Media Manager, Web Designer, etc.). In caso tu appartenga a questa categoria, seleziona professionisti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie nel menù Regime pensionistico / Cassa.

Liberi professionisti con cassa

I professionisti con cassa sono coloro che svolgono una professione per cui esiste un Ordine Professionale e quindi una Cassa previdenziale (es. Medici, Architetti, Ingengeri, Infermieri, etc.). In questo caso seleziona la cassa corrispondente al tuo ordine nel menù Regime pensionistico / Cassa.

Artigiani e Commercianti

Artigiani e Commercianti devono iscriversi alla Gestione Commercianti ed Artigiani INPS, questa gestione comprende il versamento di contributi in percentuale fissa e variabile. Seleziona previdenza INPS Artigiani e Commercianti nel menù Regime pensionistico / Cassa in caso tu sia un artigiano o un commerciante.